Adotta un autore single!

  
Un autore che si autopubblica in ebook è un autore senza editore e senza lettori.
Chiamiamolo autore single (in realtà si dice  indie, dall'inglese indipendent, ma single è più divertente).
Un autore single:
-E’ senza editore perché nessun editore lo vuole, ma questo  non significa che in futuro non lo vorrà. Nessun editore voleva pubblicare l'autrice delle 50 sfumature sino a che non ha dimostrato che pubblicarla conveniva. Questo non significa che l’editore sia il principe azzurro ( la maggior parte delle volte è un rospo ) e neppure che tutti gli autori single siano zitelle.
-E’ senza lettori perché è difficilissimo convincere qualcuno a leggere un autore single. Il mondo digitale è pieno di cacciatori-raccoglitori di files che riempiono i propri computer di romanzi che non avranno mai il tempo di leggere, ma i lettori sono pochissimi. Quando un autore single incontra un suo lettore in genere gli chiede l'autografo.
La maggior parte degli autori single pubblicano su Amazon tramite il sistema KDP ( Kindle Direct Publishing ). Su Amazon esiste un sistema di recensione dei libri che può essere utilizzato da tutti i lettori.
Adottare un autore single è molto semplice, ma impegnativo.
Cosa bisogna fare?
1)      Scaricare i libri dell’autore quando sono in promozione gratuita.
2)   LEGGERLI.
3)      Avvisare i propri amici dell’opportunità di scaricare gratis il libro.
4)      Recensire i libri dell’autore single su Amazon.
5)      Nel recensirli è meglio essere distaccati ed evitare di dare giudizi eccessivamente favorevoli. La proliferazione di 5 stelle – che sono la maggior parte dei giudizi - è ridicola, nessuno crederà mai che grazie al self publishing c’è una fioritura di Tolstoj, Flaubert e Balzac. Chi trova 5 stelle sospetta che il giudizio sia di un parente o di un amico dell’autore. Meglio 4 stelle.
6)      Mettere la spunta “mi piace” di FaceBook su Amazon accanto al libro e sui siti social dell’autore single. Condividere, condividere, condividere.
7)      Se si ha  un blog: scrivere un articolo sul libro.
8)      Comprare i libri dell'autore single anche se costano più di un euro. L’autore single non vive di letteratura e non vuole che compriate tutti i suoi libri: bastano uno o due. I vostri soldi non servono per pagare la storia che ha scritto, ma per incoraggiarlo a scriverne un’altra.

Cefalù, luglio 2013
Marco Bonafede
proprietà letteraria riservata

3 commenti:

  1. Grande Marco! Questo post, oltre a essere veritiero e ironico, è... delizioso. Vedo che segui diversi blog, posso consigliartene uno che reputo interessante e, soprattutto, intelligente?
    http://teladoiolanarrativa.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sembra molto interessante. Appena ho un pò di tempo lo guardo meglio. grazie per la segnalazione ;)

      Elimina
  2. Ottimo invito. Specialmente perché anche io sono sia single che indie...e spontaneamente già seguivo sopra citati suggerimenti verso colleghi non solo per solidarietà ma anche per autentica curiosità.

    RispondiElimina